Utilizziamo i cookie per garantire la fruizione e la funzionalità di questo sito Web. Utilizziamo i cookie per garantire la fruizione e la funzionalità di questo sito Web. Informazioni sulla disattivazione dei cookies e sulla tutela dei dati personali

Additive manufacturing

Nell'additive manufacturing i componenti nascono solo da polvere e luce laser. Il laser crea la forma strato su strato basandosi su un modello 3D. I processi additivi si oppongono dunque ai tradizionali processi di asportazione e deformazione utilizzati finora nella produzione industriale. Il cambiamento paradigmatico che ha portato all'additive manufacturing va di pari passo con una promessa: l'additive manufacturing realizza oggetti di geometria complessa non realizzabili con i processi tradizionali, e tutto senza utensili. Un grande vantaggio che ne deriva è la libertà di forma del design.

L'elemento centrale dell'additive manufacturing è un laser. Il laser fonde la polvere metallica e la solidifica in un pezzo di alta qualità. L'additive manufacturing dei metalli si differenzia in diverse categorie: fusione laser sulla base di processi a letto di polvere (Laser Metal Fusion) e saldatura a riporto laser (Laser Metal Deposition). Nella fusione laser sulla base di processi a letto di polvere, il laser crea pezzi nuovi strato su strato partendo dalla polvere. I suoi vantaggi si riscontrano ad oggi soprattutto nella produzione di prototipi, pezzi unici e piccole serie. Nella saldatura a riporto laser, il laser produce un bagno fuso sulla superficie del componente, in cui viene apportato e fuso un materiale metallico d'apporto in forma di polvere. I cordoni saldati tra loro generano così le strutture sui corpi di base esistenti o sugli interi componenti. Questo processo viene utilizzato anche per lavori di rivestimento e riparazione.

 

Anche questi argomenti potrebbero interessarvi.

Contatto

Reparto Commerciale
Fax +39 02 4848 9502
e-mail
Assistenza e contatto