Questa funzionalità e questo sito web utilizzano cookie per il funzionamento. Fare clic qui per autorizzarci a utilizzare i cookie anche per altre finalità. Informazioni sulla disattivazione dei cookie e sulla riservatezza dei dati

La vita di Berthold Leibinger rivista da quattro prospettive

Talento ingegneristico, propensione al rischio, apertura al mondo: molti dei suoi contemporanei sono convinti che queste doti di Berthold Leibinger rappresentino la formula del suo successo personale e della crescita di TRUMPF fino al livello di leader nel mercato mondiale dell'ingegneria meccanica e della tecnologia laser.

Berthold Leibinger und Ehefrau Doris

"I just want to give something back to this country of mine that has given so much to me."

Prof. Dr. Berthold Leibinger
TRUMPF shareholder with his wife Doris

Con la sua grande voglia di provare sempre qualcosa di nuovo, per oltre cinquant'anni Leibinger ha fatto di TRUMPF il garante dell’innovazione. Se ci è riuscito non è solamente grazie alla sua disciplina sul lavoro, ereditata dall’educazione protestante-pietista ricevuta a Korntal, ma è anche merito dell’amore per la tecnica e della apertura al mondo, doti trasmesse dai suoi genitori. Suo padre, tecnico chirurgico, proveniva da una famiglia ben radicata nella tecnica medicale, mentre sua madre gestiva un negozio di manufatti dell’Asia orientale a Stoccarda. Leibinger iniziò presto a viaggiare per il mondo, per promuovere in prima persona gli importanti sviluppi tecnologici della sua azienda e trasformare così TRUMPF in una realtà di prim'ordine a livello globale.

Berthold Leibinger ha avuto tre figli dalla moglie Doris. Nel 2005 ha ceduto la presidenza del consiglio di amministrazione alla figlia Nicola Leibinger-Kammüller, mentre il figlio Peter Leibinger è diventato vice presidente. La figlia più giovane, Regine Leibinger, dirige lo studio di architettura Barkow Leibinger a Berlino.

Berthold Leibinger non è stato solo un imprenditore e ingegnere tenace, costantemente alla ricerca di cambiamenti, ma anche un uomo che ha partecipato attivamente alla vita pubblica, portando un contributo illuminato alla sua sfera sociale e culturale. In questa pagina a lui dedicata, riassumiamo le influenze che lo caratterizzano, le sue più importanti scoperte e decisioni imprenditoriali, nonché le sue attività in campo economico, politico e sociale.

"Curiosità alla base"

Berthold Leibinger riflette sul suo amore per la tecnica, l'arte, la musica, la letteratura e il Giappone.

Infanzia, casa dei genitori e istruzione: le prime influenze sulla vita di Berthold Leibinger

"A laser is a tool that can serve to separate or connect – it all depends on the setting."

Prof. Dr. Berthold Leibinger
TRUMPF shareholder in conversation with Erich Honecker

Lo spirito inventivo e il talento ingegneristico come garanti dell'innovazione nella lavorazione della lamiera

Primo brevetto come studente

Nel 1957 Leibinger, diplomando, si occupa presso TRUMPF delle inadeguatezze tecniche delle cesoie intagliatrici che allora venivano utilizzate per tagliare la lamiera. Da questo suo impegno è nata la roditrice che sarebbe diventata il motore del successo di TRUMPF negli anni del miracolo economico e che ha permesso a TRUMPF di ricevere dalla stampa il titolo di "Re della roditura".

Vita e lavoro in America

Nel 1958 Leibinger e la sua Doris realizzano il sogno di vivere e lavorare negli USA. Per due anni svolge la sua attività di progettista alla Cincinnati Milling Machine Company di Wilmington, in Ohio, allora la più grande azienda produttrice di macchine utensili del mondo.

Ritorno in Germania con nuove idee

Negli USA Leibinger ha avuto il primo contatto con le macchine a controllo numerico; verso la metà degli anni '60 decide di sviluppare lui stesso una punzonatrice a controllo numerico. Il suo coraggio viene premiato: nel 1968 la TRUMATIC 20 riscuote un sensazionale successo alla fiera europea delle macchine utensili di Parigi.

Nuove scoperte nel settore delle macchine utensili elettriche

Nel 1963 Leibinger apre un'altra breccia nel settore delle macchine utensili elettriche: sviluppa la nuova bisellatrice portatile TKF, con la quale un operaio riesce a produrre spigoli di saldatura mediante la lavorazione graduale di una lamiera fissa, rivoluzionando completamente il processo utilizzato fino a quel momento. Questa innovazione è stata soltanto uno dei suoi numerosi brevetti.

Rivoluzione nella lavorazione della lamiera

In occasione di un nuovo soggiorno negli USA, nel 1978 Leibinger valuta personalmente se un laser a CO2 può essere idoneo anche per tagliare la lamiera. Ancora una volta la sua intuizione si rivela vincente: un anno dopo presenta la prima combinata laser, inizialmente con sorgenti del raggio statunitensi.

Il laser conquista il primato nelle vendite

Ovviamente l'orgoglio spinge Leibinger a produrre le sorgenti del raggio in casa propria. Ci riesce nel 1985, con il suo primo laser a CO2: il TRUMPF LASER TLF 1000. Soltanto quattro anni dopo arriva sul mercato il primo laser "ripiegato" TRUMPF, che ancora oggi è il laser multikilowatt più venduto al mondo.

- / -

Internazionalizzazione, indipendenza, vicinanza al cliente: i principi imprenditoriali di Leibinger sono il motore della crescita di TRUMPF

Dopo il suo soggiorno in America, nel 1961 Leibinger diventa direttore del reparto costruzione di Weilimdorf, che in quel periodo vede impiegati sette dipendenti. In questa funzione egli realizza numerose nuove costruzioni, la cui importanza ha dato origine a una rivoluzione totale nel programma di prodotti di TRUMPF e ha gettato le basi per la sua successiva crescita dell'azienda.

Dal 1966 al 1978 Leibinger è direttore tecnico e socio. In questo periodo Leibinger e il suo socio Hugo Schwarz promuovono coerentemente l'internazionalizzazione dell'azienda, fondano affiliate, come ad esempio in Svizzera, e proprie società di vendita e assistenza in molti mercati chiave d'Europa. Fino ad oggi la vicinanza ai clienti è rimasta una delle colonne portanti del successo di TRUMPF.

Nel 1969 Leibinger apre il primo stabilimento produttivo TRUMPF extra-europeo. A Farmington, Connecticut, sulla costa orientale statunitense, riesce per la prima volta a far prendere piede a TRUMPF negli Stati Uniti. Perché proprio da lì allora si aveva il dominio sul mercato mondiale delle macchine utensili. Ancora oggi gli USA sono, dopo la Cina, il maggior mercato estero di TRUMPF al di fuori dell'Europa.

A partire dalla sua tesi di laurea, Leibinger ottiene numerosi brevetti per le sue scoperte. Con il ricavo ottenuto acquista passo dopo passo quote dell'azienda. Nel 1978, all'età di 48 anni, Leibinger detiene la maggioranza delle quote di TRUMPF.

Nel 1978 Leibinger è nominato presidente del consiglio di amministrazione e TRUMPF supera per la prima volta il tetto di 100 milioni di marchi di fatturato. Fino al 2005, anno in cui rassegna le dimissioni dalla carica di amministratore, Leibinger trasforma TRUMPF nel leader globale che oggi conosciamo, con un fatturato di 1,4 miliardi di euro e circa 6.000 dipendenti.

Nel 2005, all'età di 75 anni e dopo 40 anni alla guida della società, Leibinger decide di passare le redini alla sua progenie: sua figlia Nicola Leibinger-Kammüller diventa presidente del consiglio di amministrazione e suo figlio Peter Leibinger vice-presidente. Berthold Leibinger assume la carica di presidente del consiglio di sorveglianza, che detiene fino al 2012.

"Sia chiaro: meglio l'80% in tempo che il 100% troppo tardi."

Prof. Berthold Leibinger
Socio di TRUMPF

Mecenate e personaggio pubblico: le attività di Leibinger al di fuori dell'azienda


Contatto per ulteriori informazioni

Dr. Andreas Möller, Leiter Unternehmenskommunikation und Politik, TRUMPF
Dr. Andreas Möller
Responsabile Comunicazione aziendale e politica

Close

Country/region and language selection

Please take note of

You have selected Italy. Based on your configuration, United States might be more suitable. Would you like to keep or change the selection?

Italy
United States

Or, select a country or a region.