Questa funzionalità e questo sito web utilizzano cookie per il funzionamento. Fare clic qui per autorizzarci a utilizzare i cookie anche per altre finalità. Informazioni sulla disattivazione dei cookie e sulla riservatezza dei dati

TRUMPF presenta l'anno d'esercizio 2018/19

Il 2019 è un anno speciale per TRUMPF e gli USA. Cinquanta anni fa sono state infatti gettate le basi di quella che sarebbe diventata una relazione di successo e fonte d'ispirazione tra noi e gli Stati Uniti. Nel 1969 TRUMPF stipula un contratto di affitto per un edificio industriale a Farmington, nel Connecticut: è la data di nascita della società affiliata statunitense. Oggi, dopo 50 anni, il campus della filiale USA di TRUMPF si estende su una superficie di più di 200.000 metri quadrati. La presenza di TRUMPF nel Nord America ha continuato a crescere in questi cinquanta anni, ponendo numerose pietre miliari e aprendo diversi cantieri per la costruzione di nuovi edifici. Immergetevi in questa storia sulla tecnica e sullo spirito imprenditoriale: scoprirete cosa significa essere vicini ai clienti nel Paese dalle infinite opportunità.

The TRUMPF business figures for 2018/19 in brief – presented by Andreas Möller, Head of Corporate Communications and Policy at TRUMPF

3.784

Volume di affari
(milioni di €)

3.680

Entrata ordini
(milioni di €)

10,5

Quota ricerca e sviluppo
(in percentuale)

349

Risultato prima delle imposte
(milioni di €)

14.490

Collaboratori al 30 giugno 2019
(Quantità)

Una storia sulla tecnica, sullo spirito imprenditoriale e sulla vicinanza ai nostri clienti.

Per la nostra azienda il Nord America rappresenta il secondo mercato mondiale dopo la Germania. La strada per arrivarci è stata contrassegnata da decisioni imprenditoriali coraggiose e allo stesso tempo di ampie vedute, e naturalmente da quel pizzico di fortuna che non guasta mai.

Allora come oggi, gli USA rivestono un'importanza determinante per lo sviluppo, il successo e il futuro di TRUMPF. L'Azienda si è sempre fatta ispirare dalle innovazioni degli USA, per il controllo numerico per le punzonatrici o per l'integrazione del laser nelle macchine utensili. L'avvio della produzione di diodi si è avuto nel momento del passaggio al nuovo millennio vicino a Princeton; per TRUMPF l'apertura coraggiosa di un nuovo settore di attività si è rivelata un successo. Anche la litografia EUV, un settore d'attività in forte crescita per TRUMPF, ha avuto inizio con le relazioni con gli USA. In questo campo un laser TRUMPF rappresenta per un impianto la chiave con cui i produttori dei chip più moderni possono aprire la porta a una produzione vantaggiosa per la guida autonoma, le città interconnesse e per smartphone sempre più potenti.

50 anni di TRUMPF USA – Cosa è successo nel mondo e da TRUMPF?

1965 – Le fiere americane vengono conquistate in linea con lo stile

In sintonia con l'era hippy della metà degli anni '60, un Volkswagen Bulli non solo fornisce assistenza ai clienti in loco, ma cattura anche l'attenzione in diverse fiere negli USA, come a quella di Cleveland.

1969 – Due americani mettono piede per la prima volta sulla luna

Il 21 luglio 1969, alle ore 3.56 CET, gli astronauti Neil Armstrong e Buzz Aldrin della missione "Apollo 11" sono i primi uomini a mettere piede sulla luna. Aldrin e Armstrong hanno trascorso sulla luna complessivamente  21 ore e 36 minuti. L'allunaggio è seguito alla televisione da più di 500 milioni di persone di tutto il mondo.

1970 – Andy Warhol sovverte lo scenario artistico negli USA

Andy Warhol, nato a Pittsburgh, è uno dei più significativi rappresentanti della pop art. Le sue opere più famose sono la "Big Campbell's Soup Can" e "Marilyn Monroe". Negli anni '70 Warhol ritrae dietro compenso moltissime persone, dipinge vetture di case automobilistiche come BMW o Mercedes Benz e compare in numerose produzioni televisive e cinematografiche.

1974 – Il via alla produzione negli USA

A metà degli anni '70, TRUMPF inizia la produzione in piccoli numeri di utensili di punzonatura sul territorio americano. Anche la TRUMATIC 202, la prima macchina per lavorazione della lamiera con controllo numerico a traiettoria continua, riscuote grande interesse tra i visitatori delle fiere negli Stati Uniti.

1977 – "Guerre stellari" imbattuto negli incassi negli USA

Il primo film della saga "Guerre stellari" viene proiettato nelle sale nel 1977. George Lucas è dunque arrivato ad essere il produttore di maggior successo del XX secolo nel genere della fantascienza. Contro ogni aspettativa, il film batte numerosi record e distacca "Lo Squalo" (1975), che fino ad allora era il film con il maggiore incasso di sempre. Negli anni '80 il successo prosegue con gli episodi "L'Impero colpisce ancora" e "Il ritorno dello Jedi".

1979 – A Farmington viene prodotta la prima macchina punzonatrice

1979 – Nell'anno del decimo anniversario di TRUMPF negli USA, a Farmington viene prodotta la prima macchina punzonatrice TruMatic 180 di "TRUMPF America Inc.". Soltanto due anni dopo viene consegnata a un cliente il 100° esemplare di TruMatic 180.

1990 – La Germania si riunifica

Nella notte tra giovedì 9 e venerdì 10 novembre 1989, il Muro di Berlino cade dopo più di 28 anni di esistenza. Il processo che negli anni 1989 e 1990 ha dato impulso alla rivoluzione pacifica nella RDT, si è concluso il 3 ottobre 1990 con la riunificazione nella Repubblica Federale Tedesca. Il discorso "Sig. Gorbaciov, abbatta questo muro!" tenuto dal Presidente USA Ronald Reagan il 12 giugno 1987 è considerato ancora oggi uno dei principali segnavia della rivoluzione. 

1999 – Nuovi edifici e nuove sedi

Poco prima del passaggio al nuovo millennio, viene aperto il "TRUMPF Customer and Technology Center" a Farmington. Il design è dello Studio di architettura Barkow Leibinger di Berlino. Nello stesso anno a Fremont, California, viene inaugurato il "TRUMPF West Coast Technology Center" alle porte della Silicon Valley.

2001 – Con il suo primo iPod, la Apple rivoluziona il mondo della musica

Il 23 ottobre 2001, l'allora capo della Apple Steve Jobs presenta la prima generazione dell'iPod, rivoluzionando così il settore musicale. Negli anni successivi, il dispositivo Apple è diventato uno dei lettori multimediali portatili più venduti al mondo e ha spianato la strada per molti "mobile device" di tendenza, come l'iPhone a partire dal 2007 o l'iPad a partire dal 2010.

2013 – I prodotti lavorati con macchine TRUMPF sono utilizzati in luoghi prominenti

Molti sono gli highlight per i prodotti lavorati negli USA con le macchine e i laser di TRUMPF, ma la costruzione più simbolica tra tutte fino ad oggi può essere considerata quella in acciaio inox alta 40 metri che adorna la punta del One World Trade Center a New York City, il successore delle Torri Gemelle distrutte l'11 settembre 2001. Un cliente di TRUMPF di Brooklyn, la ditta Kammetal, l'ha costruita nel 2013 con un impianto per il taglio laser.

2017 – Il mega evento del Super Bowl frantuma ogni record

Il Super Bowl è la finale del campionato della National Football League, la lega professionistica statunitense di football americano ed è considerato uno dei massimi eventi sportivi che ottiene regolarmente negli USA le più alte quote di share televisivo dell'anno. Il 5 febbraio 2017, il quarterback Tom Brady guida gli England Patriots alla loro sesta vittoria nell'NRG Stadium di Houston in Texas.

1999 – Trent'anni di TRUMPF USA

TRUMPF festeggia i 30 anni di vita della sua prima sede USA a Farmington. Negli anni '90 la filiale della società affiliata viene gradualmente ampliata con altri edifici, ad esempio un secondo centro di produzione.

Ritratto della Dr. Nicola Leibinger-Kammüller

"Per noi il mercato americano è molto importante: per quanto riguarda il fatturato si piazza al secondo posto dopo la Germania tra tutti i mercati esteri di TRUMPF. Gli USA non sono però soltanto un "mercato" per TRUMPF: ci stanno molto a cuore anche a livello personale. Proprio oggi, quando sono frequenti le critiche sul mercato libero e sulle relazioni transatlantiche, rimaniamo più saldi che mai al fianco del nostro partner e amico americano!"

Dr. Nicola Leibinger-Kammüller
CEO del Gruppo TRUMPF

TRUMPF ha diverse sedi negli USA e nel Nord America, ma Farmington rappresenta il perno e il punto di svolta di questo mondo. Più di 900 collaboratori operano in loco nei capannoni di produzione, nei laboratori di sviluppo, nei centri di presentazione, negli uffici amministrativi e nell'assistenza tecnica. Nella fabbrica di diodi di Princeton sono impiegati quasi 300 colleghi, presso la sede di produzione per i telai delle macchine di Monterrey, Messico, altri 100. Se guardiamo a tutte le sedi della nostra società affiliata USA, il numero di collaboratori nel frattempo è salito oltre i 1.500. Tutti sviluppano e producono macchine, laser e utensili, rifornendo così svariate industrie negli USA: dal tradizionale settore agrario e agricolo, alle industrie automobilistiche e aerospaziali in evoluzione, fino all'innovativo settore dell'elettronica di consumo.

Ingresso fornitori della Smart Factory di Chicago

Download

Referente stampa

Dr. Andreas Möller, Leiter Unternehmenskommunikation und Politik, TRUMPF
Dr. Andreas Möller
Responsabile Comunicazione aziendale e politica
Marleen Kledig
Assistente Comunicazione aziendale e politica
Fax +49 7156 303930408

Close

Country/region and language selection

Please take note of

You have selected Italy. Based on your configuration, United States might be more suitable. Would you like to keep or change the selection?

Italy
United States

Or, select a country or a region.