You have selected Italia. Based on your configuration, United States might be more appropriate. Do you want to keep or change the selection?

Webspecial Preriscaldamento 500 °C | TRUMPF

Opzione Preriscaldamento 500 °C: buona la prima

Immaginate di dover stampare componenti di grandi dimensioni in lega di titanio Ti6Al4V (Ti64) o in acciaio per utensili H11 (1.2343) e di ottenere subito un risultato perfetto. Nessuna spaccatura, minimo stress termico indotto nel componente e nessun problema per strutture di sostegno che si staccano. Pensate che sia impossibile? Non con la TruPrint 5000 e l'opzione Preriscaldamento 500 °C.

I vostri vantaggi

Con la nostra TruPrint 5000 e l'opzione Preriscaldamento 500 °C sulla piastra del substrato riuscite sempre a gestire la temperatura nella camera di processo. Infatti, la distribuzione omogenea del calore impedisce la formazione di tensioni nel componente in modo mirato e consente a voi di ottenere sempre un risultato di stampa affidabile e ottimale per l'applicazione. E tutto questo anche nella lavorazione in serie.

Produzione di qualità più alta

Tensioni intrinseche più basse aumentano concretamente la qualità dei componenti, soprattutto se si tratta di Ti64. Allo stesso tempo potete beneficiare di maggiore libertà di progettazione e di un processo di produzione molto robusto.

Lavorazione di un maggior numero di materiali

Che sia H11 o H13, la nostra funzione Preriscaldamento vi permette di lavorare uno spettro di materiali molto più ampio e ottenere una migliore qualità dei componenti

Meno lavori di rifinitura

Poiché la funzione di preriscaldamento permette di utilizzare un minor numero di strutture di supporto, oltre al materiale si risparmiano anche quegli interventi di rifinitura che comportano costi e tempi elevati.

Affidabile nella produzione in serie

Con la TruPrint 5000 e l'opzione Preriscaldamento 500 °C la stampa nella produzione in serie segue uno standard di produzione industriale. Il consolidato principio di scambio dei cilindri può essere utilizzato anche con alte temperature di preriscaldamento.

Provate voi stessi cosa potete ottenere con il Preriscaldamento 500 °C

Il preriscaldamento porta vantaggi in particolare in questi settori

Componenti in Ti64 o H11 e H13: alcuni materiali vengono utilizzati molto spesso in determinati settori e sono predestinati alla stampa 3D con Preriscaldamento 500 °C, soprattutto quando si tratta della lavorazione di componenti di grandi dimensioni.

TruPrint 5000 e Preriscaldamento 500 °C: l'accoppiata vincente per la vostra applicazione

TruPrint 5000
TruPrint 5000

Stampare componenti 3D in serie con alta produttività e in alta qualità! Con la TruPrint 5000 e il preriscaldamento opzionale della piastra del substrato fino a 500 °C potete essere certi di ottenere componenti di alta qualità e affidarvi a un processo di costruzione robusto. Il principio di scambio dei cilindri integrato permette inoltre di attrezzare i cilindri e di rimuovere il job di costruzione in parallelo al processo LMF.

Maggiori informazioni

Mai più spaccature: stampa di Ti6AI4V

Alta resistenza, bassa densità, eccellente resistenza alla corrosione, buona compatibilità con il corpo umano: il titanio offre innumerevoli vantaggi nella produzione di componenti di alta precisione, come quelli richiesti ad esempio nella tecnica medicale, nell'industria aeronautica e aerospaziale o nel settore energetico. Non sarebbe bello poter stampare così senza il rischio di trovare spaccature dovute a tensione? Ora è possibile con l'opzione Preriscaldamento 500 °C, poiché a temperature così alte le tensioni interne nel titanio vengono drasticamente ridotte. I componenti sono anche geometricamente più precisi, permettendo così di risparmiare sulle strutture di supporto. Per il materiale si aprono dunque opportunità d'impiego completamente nuove in molti settori.

I vantaggi del preriscaldamento nel titanio

Meno tensione interna al pezzo

Le alte temperature riducono in modo considerevole la tensione del pezzo, offrendo così un grande vantaggio soprattutto nei punti di variazione del volume e nelle giunzioni con la struttura di supporto.

Maggiore libertà di progettazione

Con l'opzione di preriscaldamento beneficate di un alto grado di libertà nella costruzione, soprattutto se si tratta di componenti di grandi dimensioni. Si amplia così lo spettro dei pezzi che possono essere costruiti mediante LMF.

Il preriscaldamento riduce considerevolmente le tensioni intrinseche nei cantilever.

In dettaglio: come il preriscaldamento riduce lo stress interno dei componenti

200 °C, 300 °C, 400 °C o 500 °C? Questo diagramma mostra a partire da quale temperatura di preriscaldamento iniziano a diminuire le tensioni intrinseche dei cantilever in Ti6AI4V.

La prova: più opportunità di progettazione con l'esempio di una sospensione cardanica

TruPrint 5000 e Preriscaldamento 500 °C: l'accoppiata vincente per la vostra applicazione

TruPrint 5000
TruPrint 5000

Stampare componenti 3D in serie con alta produttività e in alta qualità! Con la TruPrint 5000 e il preriscaldamento opzionale della piastra del substrato fino a 500 °C potete essere certi di ottenere componenti di alta qualità e affidarvi a un processo di costruzione robusto. Il principio di scambio dei cilindri integrato permette inoltre di attrezzare i cilindri e di rimuovere il job di costruzione in parallelo al processo LMF.

Maggiori informazioni

Stampa 3D nella costruzione di utensili e stampi: addio alle spaccature con H11 e H13

La stampa 3D di metallo porta molti vantaggi alla produzione di utensili in pressofusione o di inserti per stampi, non solo dal punto di vista economico, ma anche per quanto riguarda le proprietà di raffreddamento. Finora per costruire utensili e stampi mediante stampa 3D si doveva ripiegare sull'acciaio maraging 1.2709. Oggi non è più così, perché ora si può stampare anche in H11 (1.2343) e H13 (1.2344). A prescindere dal materiale utilizzato si ottiene comunque un risultato ottimo e senza spaccature, oltremodo molto resistente all'usura.

Preriscaldamento 500 °C: i vantaggi nella stampa di H11 e H13

Meno spaccature

Con la TruPrint 5000 e l'opzione Preriscaldamento 500 °C si ottiene subito un risultato di stampa visibilmente meritevole.

Possibilità di stampare componenti di grandi dimensioni

Ora si possono stampare anche componenti voluminosi in H11 o H13, che prima non si potevano assolutamente ottenere con la produzione additiva.

Così si evitano con efficacia spaccature in anime brunite

Il nostro esperto in AM presenta i vantaggi del preriscaldamento a 500 °C per la costruzione di utensili e stampi

TruPrint 5000 e Preriscaldamento 500 °C: l'accoppiata vincente per la vostra applicazione

TruPrint 5000
TruPrint 5000

Stampare componenti 3D in serie con alta produttività e in alta qualità! Con la TruPrint 5000 e il preriscaldamento opzionale della piastra del substrato fino a 500 °C potete essere certi di ottenere componenti di alta qualità e affidarvi a un processo di costruzione robusto. Il principio di scambio dei cilindri integrato permette inoltre di attrezzare i cilindri e di rimuovere il job di costruzione in parallelo al processo LMF.

Maggiori informazioni

La macchina si presenta: TruPrint 5000 con Preriscaldamento 500 °C e principio di scambio dei cilindri

Come macchina di formato medio parzialmente automatizzata, la TruPrint 5000 offre il principio industriale di scambio dei cilindri combinato al preriscaldamento fino a 500 °C della piastra del substrato. Così si risparmia denaro. Infatti, grazie al cambio rapido dei cilindri, nonostante i 500 °C all'interno del componente, il cilindro esterno alla macchina si raffredda nella stazione di raffreddamento. La TruPrint 5000 può stampare subito il job di costruzione successivo, così voi aumentate la produttività della vostra stampante 3D.

I vantaggi della TruPrint 5000

Qualità dei componenti più alta

L'alta temperatura di preriscaldamento riduce in modo considerevole la tensione intrinseca dei pezzi, soprattutto nei punti di variazione del volume. I difetti sul componente si riducono fino al 95%.

Nuovi materiali

Con la TruPrint 5000 e l'opzione per un preriscaldamento fino a 500 °C, diventa finalmente possibile lavorare determinati materiali.

Nessun tempo di inattività della macchina

Il principio industriale di scambio dei cilindri assicura un'elevata funzionalità della macchina e quasi nessun tempo di raffreddamento, a tutto vantaggio del vostro denaro.

Meno strutture di supporto

La rifinitura manuale viene considerevolmente ridotta grazie al minor numero di supporti necessari. Così abbattete i vostri costi di produzione.

Continuare la produzione: cosa rende unico il principio di scambio dei cilindri integrato?

Acquisite un netto vantaggio sulla concorrenza con il nostro cilindro di costruzione a rapida sostituzione. All'interno del cilindro chiuso, il componente ancora rovente si raffredda all'esterno della macchina nella stazione di raffreddamento, sempre sotto gas inerte e monitorato dalle nostre opzioni di monitoraggio intelligenti. Ma non è solo il cilindro di costruzione a rapida sostituzione ad assicurare l'elevata funzionalità della macchina e un processo di costruzione ininterrotto; anche i cilindri della polvere si sostituiscono rapidamente, in modo da poter proseguire direttamente la produzione additiva. In questo modo potete ridurre i tempi passivi e di fermo macchina e aumentare allo stesso tempo la produttività della stampante 3D.

 Il nostro esperto in AM spiega il funzionamento del Preriscaldamento 500 °C

-/-

Anche questi argomenti potrebbero interessarvi.